Spedizioni in 24/48h gratuite per ordini superiori ai 69,90€
Articolo Blog
L’acqua di mare fa bene ai capelli oppure no?
10 set 2021

L’acqua di mare fa bene ai capelli oppure no?

L’acqua di mare fa bene ai capelli oppure no?

Quando è tempo di bagni, siamo abituati a proteggere la pelle dai raggi UV mentre non è proprio uso comune quello di proteggere la propria chioma.

L’azione del sole, sommata a quella della salsedine (o del cloro), è una vera fonte di stress per i capelli, in quanto ne indeboliscono il fusto e alterano lo stato della cuticola, portando spesso a doppie punte e a un aumento dei capelli che si spezzano.

Questo per dire: è importante proteggere i capelli al mare.

Ma vediamo quali sono gli effetti dell’acqua salata sui capelli e quali le buone pratiche per prendersene cura.

Acqua di mare e capelli

Si parte dal presupposto che, sì, l’acqua di mare può danneggiare i capelli, ma non tutti i tipi e non per forza. Diversi aspetti dipendono infatti dalla loro struttura, da quanto tempo facciamo restare la salsedine a contratto con i capelli e col cuoio capelluto e se si usano o meno creme o oli protettivi.

Certo, coloro i quali hanno i capelli già secchi o crespi potrebbero notare un aumento della secchezza e delle tendenza a spezzarsi, e chi li ha tinti o trattati li ha indeboliti, e la chioma risentirà maggiormente dell’azione dell’acqua salata.

Per chi ha capelli grassi il sale esplica un’azione pulente, sebo assorbente ed esfoliante che purifica i bulbi piliferi e la chioma appare più lucida e sana. Eccedere, però, potrebbe portare all’effetto opposto, ovvero un’eccessiva produzione di sebo. In sostanza, è sempre buona norma applicare una crema protettiva sulle lunghezze e rimuovere sabbia e salsedine con acqua dolce semplice appena possibile.

Stessa regola vale anche per chi ha capelli secchi e fragili: dopo ogni bagno in mare è consigliabile buttarsi sotto la doccia (o sciacquare i capelli con acqua dolce) e applicare un prodotto idratante.

Buone abitudini per godersi il mare

Partiamo dallo scegliere la giusta acconciatura contro i raggi solari e la salsedine, evitando pettinature troppo strette che non consentono al cuoio capelluto di respirare e trattengono umidità e sale. Lasciamo i capelli sciolti e optiamo per cappelli di paglia e foulard e, dopo la spiaggia, utilizzare uno shampoo delicato e del balsamo ricostituente, risciacquando abbondantemente con acqua tiepida e mai troppo calda.

È sempre benefico applicare anche una maschera idratante per rigenerare i capelli ed è meglio evitare l’utilizzo di Phon e piastre, preferendo, quando possibile, un’asciugatura naturale all’aria oltre a seguire un’alimentazione ricca di frutta e verdura, che fa bene ai capelli ma anche alla cute abbronzata.

Se vuoi approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di rispondere alle tue domande.

Lascia un commento: 0
No comments
Leave a Reply

Your email address cannot be published. Required fields are marked*