Spedizioni in 24/48h gratuite per ordini superiori ai 69,90€
Articolo Blog
Quale Dentifricio scegliere? Ecco come trovare il prodotto adatto alla tua igiene orale
16 lug 2021

Quale Dentifricio scegliere? Ecco come trovare il prodotto adatto alla tua igiene orale

Lavare i denti alla fine di ogni pasto, usare il filo interdentale, andare dal dentista almeno una volta l’anno, sono tutte raccomandazioni che ormai siamo abituati a sentire. Ma un’altra cosa molto importante è la scelta del dentifricio più adatto a soddisfare le proprie esigenze.

Quali sono le principali problematiche e patologie del cavo orale?

Il dentifricio insieme allo spazzolino, è uno dei grandi protagonisti della battaglia contro carie, placca, tartaro, patologie parodontali e alitosi.
Vediamo brevemente cosa è la carie:
Le carie è una malattia infettiva che colpisce i denti a causa dei batteri presenti nella nostra bocca, attacca lo smalto dei denti e, se non curata, scava in profondità fino alla polpa del dente.
La funzione del dentifricio è quella di pulire la superficie dei denti ed eliminare batteri e residui alimentari. 
Attualmente esistono molte marche di dentifrici in commercio ed i fattori che di solito ne determinano la scelta sono sapore e prezzo.

Come possiamo definire e classificare i vari tipi di dentrifici?

Una prima classificazione dei dentifrici la si può realizzare in base alla loro azione:
  • fluoro: è il minerale, previene la formazione della carie e aiuta rinforzare lo smalto.
  • base idrossiapatite: contiene un gruppo fosfato e come le altre apatiti, fluorapatite e cloroapatite, rende i denti duri e resistenti
  • antiplacca e antitartaro: sono molto efficaci contro la placca batterica e contro il tartaro.
  • sbiancanti: sono composti da agenti pulenti come Silice, Allumina e Fosfato di sodio  e aiutano nell’azione sbiancante tramite una leggera abrasione sulla superficie dello smalto che aiuta nella rimozione delle macchie dentali.
  • desensibilizzanti: possono contenere sostanze che bloccano l’impulso nervoso e la sensibilità dei denti
Vediamo nel dettaglio ogni tipologia:

Dentifricio ai sali di fluoro

Il fluoro è l’elemento più comune presente nella maggior parte dei dentifrici in commercio: lo troviamo sottoforma di sali solubili, come ad esempio fluoruro di sodio, fluoruro stannoso, monofluorofosfato di sodio e fluoruro amminico. Questi elementi sono in grado di contrastare la formazione della carie e grazie anche alla loro azione mineralizzante, rinforzano lo smalto dei denti.
Lo possono utilizzare sia adulti sia bambini. Per quest’ultimi, fino all’età di 6 anni è meglio non utilizzare dentifrici che abbiano una concentrazione di fluoro maggiore di 500 ppm (parti per milione).

Quali sono alcuni tra i migliori dentifrici in commercio?

Elmex Protezione Carie:

La formula di elmex protezione carie forma un duplice scudo attivo di calcio –floruro, che remineralizza e protegge dalle carie
La confezione si presenta nel pratico formato da 75 ml e per l’igiene orale quotidiana viene consigliato l’utilizzo dopo i pasti dai 6 anni in su.
L’utilizzo sinergico con il collutorio Elmex Protezione carie garantisce una maggiore efficacia di entrambi i prodotti
Il collutorio, oltre a rinfrescare l’alito con un piacevole gusto alla menta, remineralizza le parti danneggiate dello smalto dentale facendo si che i denti siano efficacemente protetti dalle carie.

Mentadent Protezione Famiglia:

Contiene fluoro e calcio e aiuta a proteggere i denti dagli effetti degli acidi dello zucchero. La sua formula delicata è adatta per le esigenze di tutta la famiglia. Per bambini fino a 6 anni occorre utilizzare una piccola quantità di dentifricio.

Dentifricio per denti sensibili

Alcuni dentifrici al fluoro sono arricchiti di altri ingredienti per ridurre l’ipersensibilità dentinale, garantendo nel contempo una buona protezione dalle carie. Questi dentifrici possono contenere nitrati di potassio, zinco citrato o cloruro di stronzio, sostanze che rimineralizzano lo smalto e la dentina.
Lo scopo di questo dentifricio è quello di rendere i denti meno sensibili al caldo, al freddo, ai dolci e alimenti acidi. Quindi se il tuo problema è l’ipersensibilità, può fare al caso tuo.

Biorepair Plus Denti Sensibili

Il dentifricio è a base di microrepair (microparticelle attive di idrossiapatite biomimetiche simili per composizione a quelle presenti sui denti che sono in grado di penetrare nel dente riparando lo smalto danneggiato) che forma sul dente una barriera naturale contro l’ipersensibilità per un rapido sollievo dal dolore.
Riduce la sensibilità dentinale sin dalla prima applicazione,può essere utilizzato anche dei bambini al di sotto dei 6 anni senza la supervisione di un adulto,in quanto non contiene fluoro.

Forhans Denti Sensibili

Appositamente studiato per pulire delicatamente la superficie dentale, senza incorrere nelle fastidiose sensazioni di dolore causate dalla sensibilità dentinale.
La sua formulazione innovativa con potassio nitrato,sodio fluoruro e silica contribuiscono a ridurre efficacemente la sensibilità dentinale, associato al collutorio forhans clexidin aumenta l’efficacia di entrambi i prodotti.

Elmex Sensitive

La formulazione di questo dentifricio è specifica per la protezione quotidiana dei denti sensibili, grazie alla presenza del fluoruro amminico protegge, rinforza e pulisce i denti dall’azione di placca e carie.
La confezione è disponibile anche nel formato convenienza 2 tubi da 75ml.

Dentifricio alla clorexidina

La clorexidina è conosciuta per le sue proprietà antibatteriche e antisettiche; la sua azione è molto potente e duratura, offrendo una protezione della bocca per circa 12 ore.
È consigliato per chi ha gengive molto irritate o affetto da malattie parodontali; inoltre è indicato per chi si sottopone a interventi chirurgici odontoiatrici. Chiedi però consiglio al tuo dentista o igienista dentale prima di utilizzare questo tipo di dentifricio.

Curasept trattamento lenitivo con clorexidina 0.20%

Contiene clorexidina digluconato 0.20% e clorobutanolo 0.5% esplicando una rapida azione antiplacca e lenitiva.
Il clorbutanolo antifungino e antibatterico svolge un attività conservante e lenitiva sulle mucose mentre la clorexidina contrasta lo sviluppo dei batteri legandosi alla matrice della placca disgregandola.
L’azione antiplacca e antibatterica può durare fino a 12 ore.
Nella sua composizione troviamo anche lo xilitolo che svolge un’attività anticarie.
L’utilizzo del prodotto è consigliato almeno 2 volte al giorno per circa 2 mesi,si presenta nel pratico formato da 75ml

Emoform Plakout active 0.12% 

Il prodotto è consigliato come coadiuvante nel trattamento prolungato antiplacca e antibatterico, nel trattamento dei tessuti gengivali irritati, nel trattamento per una migliore igiene orale in soggetti portatori di protesi, impianti e apparecchi ortodontici, nel trattamento pre e post intervento odontoiatrico per proteggere le gengive.
Si consiglia l’utilizzo in abbinamento al colluttorio Emoform Plakout active 0,12%.

Dentifricio sbiancante

Alcuni dentifrici sbiancanti disponibili sul mercato possono risultare troppo aggressivi per lo smalto e di conseguenza danneggiarlo. Un metodo per riconoscere un valido dentifricio sbiancante è quello di verificare l’indice di abrasività (RDA), che deve essere compreso tra i 48 e 60: questo indice dovrebbe essere indicato sulla confezione insieme agli eccipienti.
Fumo o cattiva alimentazione possono rovinare la pigmentazione esterna dei denti. Un dentifricio sbiancante è in grado di eliminare e prevenire le macchie e, grazie alla sua azione rinforzante e brillantante, ricostruisce, protegge e lucida lo smalto dei denti.

Mentadent bianco quotidiano

La sua formula a base di fluoro e bicarbonato aiuta a combattere la carie e a proteggere il bianco naturale dei denti.
Il prodotto è adatto dai 7 anni in su ed è studiato apposta per tutta la famiglia 
Disponibile nella pratica confezione da 75 ml.

Blanx Med dentifricio sbiancante

Grazie alla particolare sinergia tra il principio attivo dei licheni artici (brevettato da blanx) e l’azione degli ioni fluoro viene esplicata un’ azione sbiancante senza azione abrasiva sullo smalto.
Il dentifricio non deve essere utilizzato in caso di ferite o abrasioni della mucosa orale.
La confezione si presenta nel formato pratico da 100ml.

Quale dentifricio scegliere per i bambini?

E’ necessario prestare molta attenzione alla questione del fluoro , per i più piccoli: al di sotto dei 6 anni, sono preferibili basse concentrazioni.
Il sapore del dentifricio può essere una tattica per coinvolgere il bambino, e non c’è da preoccuparsi sulla composizione, in quanto sono prodotti sostitutivi dello zucchero, che non aumentano i rischi di carie.
Dopo questa età si può scegliere un prodotto con l’immagine del loro eroe preferito o con un sapore che apprezzano in modo che siano invogliati a lavarsi i denti.

Biorepair Kids 0-6 anni

Protegge dalla carie ed è ideale per l’igiene orale fin dal primo dentino. Lo smalto dei denti dei bambini è più sottile e vulnerabile di quello degli adulti.
Grazie al mircorepair rafforza lo smalto.
La formula è delicata dal gusto fruttato e contiene l’estratto di fragola dalle proprietà tonificanti e nutrienti per le gengive. Senza fluoro, silici abrasive, parabeni e coloranti.

Esiste il miglior dentifricio?

Come abbiamo visto è impossibile dire quale sia il miglior dentifricio perché ognuno dei prodotti ha un’azione specifica e risolve determinati problemi.
Quello che possiamo dire è che il dentifricio è l’arma fondamentale per mantenere la propria bocca in salute e combattere i principali problemi del cavo orale.
Spazzolarsi i denti almeno 3 volte al giorno resta comunque la base, utilizzando uno spazzolino idoneo.